I 7 motivi per cui gli utenti abbandonano GNU/Linux

7 maggio, 2009 33 Commenti »

Keir Thomas, autore di numerose pubblicazioni legate al mondo del pinguino, sulle colonne di LinuxWorld ha pubblicato un interessante articolo sui 7 principali motivi per cui gli utenti abbandonano il sistema operativo per ritornare a Windows.


Il primo motivo è: “su Linux non funzionano i programmi che uso regolarmente su Windows“. Si parla di applicazioni come Photoshop o Dreamweaver ma anche AutoCAD e svariati altri. Segue: “ho Linux ma il mio hardware non è stato riconosciuto del tutto“. Tuttavia, come ricorda Keir Thomas, anche su Windows XP alcune schede grafiche non vengono riconosciute automaticamente. Dunque, dov’è il problema? Segue: “ho provato Linux ma devo digitare troppi comandi!” e “ho fatto questo, ed è successo questo. Tutto ciò non è accaduto con Windows!“. GNU/Linux e Windows sono pur sempre due sistemi operativi differenti, è bene ricordarselo.

crazy20cat

Al quinto posto c’è chi non apprezza i forum e le risposte degli utenti ma evidentemente se qualcuno vi risponde in maniera sgarbata o poco gentile è solo perché avete postato male una domanda o siete stati proprio voi troppo aggressivi nell’esporla. Al sesto posto regna la schiettezza: “ho installato Linux ma sinceramente non mi piace“. E qui, non possiamo farci proprio nulla. De gustibus! La classifica si chiude con le lamentele degli utenti circa la difficoltà di installazione di alcuni programmi.

E voi, come la pensate? In base alle vostre esperienze personali vi sentite di aggiungere o ampliare qualche punto?

Potrebbero interessarti ...

  • Raffaele

    Mah…io penso che chi ama il campo sistemistico deve imparare a conoscere linux,anche perche con windows bastano dei cd per installare driver,programmi ecc,mentre con linux si assapora di piu il contatto con il sistema attraverso la shell.
    Chi non vuole conoscere linux o chi non lo ama è un soggetto che usa altri sistemi operativi per compiere operazioni di tutti i giorni come applicazioni di grafica,audio e multimedia in modo piu comodo e veloce.
    Personalmente mi trovo molto bene con linux,amo linux e lo uso per approfondire la mia conoscenza sui sistemi operativi in modo piu dettagliato e non solo (come fanno molte persone che hanno un pc) per messaggiare su client di instant messaging e fare ricerche su internet.
    Il fatto sta nell’avere pazienza,curiosità,e voglia di fare qualche passo in piu per lavorare con linux.
    Per il fatto dell’hardware non riconosciuto: se si compra un pc o laptop con sistema gia installato le periferiche le riconosce subito poiche sono state installate direttamente con programmi appositi dai costruttori,se si vuole reinstallare da capo windows base,troviamo molte lacune di riconoscimento periferiche,cose che con un cd di installazione di linux,non ho trovato problemi per periferiche,ma li dipende anche dalla marca del pc e\o laptop……. viva Linux anche perche è gratuito..

    • http://wildlux.blogspot.com wildlux

      ciao vorrei dire la mia sul questo argomento iniziamo sul lato tecnico :

      – grafica 3d -2D
      i programmi migliori del mondo sono maya,3dstudiomax,Blender,Autocad,Archicad,Softimage etc…
      il programma Maya è scaricabile e se hai una licenza lo puoi usare anche su Linux lo stesso dicasi per Softimage,inutile dire che blender è un progetto open quindi questo parte senza mezzi termini se nono è installato di default.Il programma 3dstudio Max volendo si può avviare con wine oppure con cedeca .autocad e archicad partono o sia grazie a cedeca oppure se non vado errato anche con wine .Photoshop funziona perfettamente su Linux e io vi do la conferma perchè lo uso su Gnu-Linux Ubuntu 9.04 .

      – programmi per ufficio non mi sono ancora imbattuto sulla questione ma per quello che so open office supporta molto bene il formato WORD e PDF e ricordiamoci che su internet è meglio usare il formato pdf perchè il w3c ci ha consigliato così per avere regole uguali .

      -giochi molti giochi funzionano per esempio io gioco Max payne 2 e mi funziona perfettamente con tutti i dettagli al massimo cosa che non faceva con windows xp all’epoca .Per i giochi volendo potete usarli grazie a wine o cedeca,ricordiamo che cedeca e winde sono un programmi per avviare i programmi che sotto ambiene windows partono si installa questo programma e partono perfettamente se non più veloci ….

      -periferiche io sono dell’idea che se tu compri un computer che al suo interno ha windows è ovvio che devi avere fortuna per fare funzionare Linux al 100% .il mio sistema funziona al 99% perchè ancora non mi funziona una piccolissima cosa per la webcam su skype ma funziona su altri programmi tipo msn.
      per il resto la mia scheda video è riconosciuta perfettamente io possiedo una MX440 della invidia .Invidia e ati rilasciano i driver per le loro schede video lo stesso dicasi per asus e intel .Io infatti penso che linux succederà come il mac mi spiego meglio le case produttrici di hardware come per esempio Dell hp asus hanno dei computer più o meno potenti che sono già preinstallati Linux ed a richiesta anche il famoso Windows . Adesso mi chiedo perchè chi vuole comprare un pc non scelga quello con Linux ?per la potenza NO perchè i portatili di Dell e HP sono con i dual core cioè con i processori ultimi usciti di questa generazione.

      – multimedialità
      inutile dire che mi funzionano tutti e dico tutti i supporti multimediali quali per esmepio mp3.mp4,mpeg,3gp,avi,real,etc..

      -Sicurezza è inutile dire che su linux virus non ne esistono e questo è un punto da sottolineare ,si esistono gli antivirus per linux ma esistono per il lato server per avere più controllo della tua macchina server .

  • psymon

    Avrei giurato che i motivi fossero ben altri…ad esempio il mancato supporto hardware di moltissime periferiche come modem 56k, chiavi USB HSDPA, schede wireless (e non ditemi che c’è ndiswrapper, a me 1 su du non va con quello).

    Serve a poco dire “ma tante cose non vanno anche su Windows”. Certo…anche il colore preferito di mia nonna era il verde, ma cos’ha a che vedere con Linux ?? E’ di Linux che stiamo parlando, è su Linux che dobbiamo vedere quante cose vanno e quante no.

    Un altro grosso problema, secondo me, è che la gente è troppo abituata all’interfaccia di Windows. Il 99% la confonde con il sistema operativo. Quando approdano su Linux, si chiedono ad dove sia finito il Pannello di Controllo, e vagli a spiegare che c’è anche qui ma ha un nome diverso. Poi il fatto che alcune cose siano nel Control Center (se usi KDE) e altre siano nei tool della distribuzione (vedi YAST) non aiuta per niente.

    E’ un discorso lungo, ma secondo me i motivi veri sono altri, non ultimo il fatto che “fa figo” avere il PC uguale a quello del vicino o all’ultimo modello pubblicizzato in TV.

    • http://digilander.libero.it/udasoft BuDuS

      Per l’hardware quoto, il resto meno.

      In realtà il problema, a livello hardware, non è tanto QUANTO viene supportato ma COSA.

      Non è impossibile che su Linux venga supportata la scheda di rete più esoterica, piuttosto che il controller raid più bizzarro, mentre magari non è supportata una banale stampante, pure piuttosto diffusa (ad ex: avevo comprato una Canon, già molto se usciva qualcosa di comprensibile, l’ho infilata nella spazzatura e mi sono comprato una HP multifunzione, che va perfettamente).

      Certo, è vero che persino su Windows hai problemi di compatibilità – cosa ridicola, se si pensa che sono fatti apposta per esso ! – ma, appunto, di Linux ci si deve preoccupare, non degli altri.

      Però sì, a livello hardware, se devo comprare qualcosa, a tutt’oggi non sono ancora tranquillo, tutt’altro.

      ***

      A livello software la cosa è nettamente diversa e la dividerei in 2 zone:

      – Sistema Operativo
      – Applicazioni a corollario

      *Sistema Operativo*
      Onestamente hanno fatto passi da gigante e se tu spacci agli amici il KDE/Gnome di turno come “il nuovo Windows 8″ (è uscito il 7, tu digli che hai già l’otto XD ) vedrai che reazione.

      Sì, c’è ancora un po’ di caos tra ambiente desktop e distribuzione (possibilità di configurare la stessa cosa in posti diversi, ecc…), ma pure su Windows non sempre trovo subito quello che cerco (e non lo uso certo da ieri …), quindi direi che siamo in linea con la “concorrenza” (forse il mac in tal senso è più coerente).

      Comunque ritengo che siamo veramente OK e il GAP è sostanzialmente colmato.

      *Applicazioni a corollario*
      Qua varia abbastanza.

      Le cose fondamentali ci sono e sono perfettamente in linea con la concorrenza (tant’è che sono “condivise”); Firefox, Thunderbird, Gimp, OpenOffice, ecc…
      Ritengo sia tutta roba che funziona molto bene e sta avendo il meritato successo.

      Dove andiamo molto male sono, appunto, le applicazioni professionali (o pseudo-tali).

      AutoCAD è l’esempio più famoso (per quanto, nella sua categoria, lo ritenga un prodotto mediocre … ma non sempre sono le cose migliori a diffondersi e monopolizzare, lo sappiamo bene ….) ma immagino che, fino a quando Linux (non so bene come …) non avrà raggiunto una quota di mercato decorosa, difficilmente si potrà vedere un porting.

      E’ pur vero che di prodotti professionali di alto livello si è visto il porting, ad ex Pro/Engineer; ma temo non abbia avuto grande successo (nonostante gli utilizzatori fossero molto soddisfatti, almeno da quanto si legge in certi Forum) perché risultano supportate versioni ormai vecchiotte e non si sa se le ultime saranno portate.

      Bisogna ricordare che molte applicazioni di alto livello sono – anzi, erano – UNIX ed è singolare constatare come non sia stato fatto il porting verso linux – porting ? mah, non serve, gli basterebbe creare il pacchetto tar.gz ! – mentre si sono imbarcati in quello Windows – spesso con risultati tutt’altro che professionali -, andandone a colmare le lacune “commerciali”.

      Per un attimo avevo sperato che fossero i NetBook a dare la svolta al mercato, perché oggi sono convinto non sia più una questione “tecnica” ma solo puramente “commerciale”: se ad uno fai vedere un netbook con Linux ed uno con Windows, uguali caratteristiche HW, ma il primo lo vendi a 200€ ed il secondo a 300€, sono convinto che in molti ti preferiscono il primo (ma non sono certo, la politica “costa di più quindi è meglio”, è dura a morire).

      (
      Anzi, ora che ci penso, un ottavo motivo potrebbe essere: “perché Linux è gratis”.
      Non sempre, ok, ma se ad un “utonto” dici “Linux è gratis”, ti lascio immaginare che idea si fa.
      )

      Ma purtroppo Linux, sui NetBook, è rimasto su quelli di fascia molto bassa (i modelli più costosi ci mettono Windows, come se fosse intrinsecamente meglio o comunque non mi sembra PERMETTANO DI SCEGLIERE) e, inoltre, la differenza economica è massimo 50€, decisamente poco, ovvio che uno tende a scegliere il sistema più diffuso e per il quale può ottenere supporto più facilmente.

      Quindi, un nono punto, secondo me, non è un difetto intrinseco di Linux, ma del mercato: chi vende PC non è libero di proporlo.

  • alexbit

    …”a me me piace”…
    I programmi non sono difficili da installare.
    La riga di comando mi piace.
    I forum sono eccezzionali.
    L’hardware che uso mi funziona.
    Ora…non è tutto oro quel che luccica…
    Ho ancora difficoltà a sincronizzare il mio pda wm6.1… alcuni programmi che uso al lavoro non vanno (ma li passo con virtualbox… e tutto funge!) ma è anche vero che non sono un prouser!
    Nel complesso trovo le mie linux-box molto molto soddisfacenti!Senza contare che la pirateria non sò neanche che sia!
    Buon gnu-linux a tutti!

  • http://www.seramondi.it marbew owd

    Il mondo è bello perchè vario…. se fosse tutto windows sarebbe una noia mortale… se fosse tutto linux sarebbe una gioia infinita! :)

  • Repolo

    purtroppo la prima opzione è reale e questo incide molto sull’utente privato o di piccola impresa.
    Non avere programmi come AutoCad è grave, poi non avere la compatibilità con altri derivati è una bella conseguenza.
    Poi vanno inclusi i videogiochi per il quale un utente giovane usa un pc per la prima volta, e quindi abituandosi a windows subito.
    Ma se già si potesse utilizzare programmi come Autocad ArchiCad e altri…su linux sarebbe già un bel passo avanti.

  • Luca M

    Il problema di linux è che è il mondo è strutturato per windows. È quindi normale che una persona che voglia cambiare vada incontro a difficoltà che sono tanto più grandi quanto meno conosce il pc.
    Una persona deve essere motivata per passare a linux: personalmente ero curioso e volevo cambiare, volevo “allargare gli orizzonti”. Fortunatamente non avevo e ancora non ho bisogno di programmi specifici come quelli sopra descritti.

    La colpa è sostanzialmente del codice chiuso e delle software house che per motivi economici non possono considerare un sistema operativo presente sull’1,2% dei pc (di sicuro pochissimi in ambito business).

    A mio parere il modello più funzionale consiste nel fornire una base per far prendere confidenza con l’ambiente di lavoro e i vari plugin e funzionalità a pagamento, così chi avesse bisogno e volesse approfondire potrebbe farlo ponderando quali installare e di quali fare a meno e non comprando un pacchetto esageratamente oneroso.

    Infine se il codice fosse aperto, la comunità penserebbe a sistemarlo su Linux il che incentiverebbe un suo utilizzo eliminando le “barriere architettoniche”.

    Saluti

  • paguro

    Ognuno è libero di usare il sistema che più gli aggrada in base ai propri gusti, esigenze e capacità.

    Chi si ferma al preinstallato Windows, e chi sceglie liberamente una distro Linux, io li uso entrambi, ma preferisco Linux nella fattispecie Ubuntu.

  • Olinad71

    Mi vergogno quasi a dirlo ma per me il problema è Access che uso in svariati modi sia per lavoro che per utilità personale.
    Se il Team di OpenOffice o qualcun altro riuscisse a fare un porting di Access realmente funzionante e perfettamente equivalente, come già fatto per editor di testi e fogli di calcolo, non avrei alcun dubbio nel passare definitivamente a Linux.
    Ho provato a utilizzare Base della suite OpenOffice ma, mi dispiace dirlo, non c’è paragone.

  • http://www.hackgeek.wordpress.com hackgeek

    Personalmente utilizzo varie distribuzioni di Linux (Ubuntu, Xubuntu e Mint) in base all’hardware…mi sono sempre trovato benissimo…e non tornerei mai indietro per nessun motivo…poi chiaramente ognuno è libero di utilizzare quello che crede, ma per me il pinguino rappresenta il presente e soprattutto il futuro. Ciao

  • vosal

    Ciò che intimidisce un utente windows che si avvicina a linux per la prima volta è il terminale(che è uno strumento eccezionale intendiamoci e che quando uso windows per certi aspetti mi manca).Per chi viene da windows dove dos l’ha visto si e no 3 volte(se l’ha visto di più è ancora più traumatizzato visto quanto fa schifo)dover smanettare con riga di comando appare assurdo,e pure molto irritante.L’assenza di strumenti grafici per alcune funzioni ancora peggio (cosa che a tratti trovo irritante anch’io che il terminale lo so usare figuriamoci). Il fatto che spesso mancano dei driver proprietari e te li devi compilare(questo è tragico).
    Poi posssiamo avere 3 tipi di pacchetti?Non ne bastava uno e poi ogn’uno usava quello che voleva per installarlo?no ovviamente no.
    Inoltre pare che i linuxiani siano autolesionisti,si apre un nuovo mercato e che ci buttiamo xandross, dove il terminale pare dos(almeno li si può incollare)per installare anche solo firefox 3(non chiedo la luna) bisogna fare un traffico assurdo.Il 90% degli utenti non pensa xandross fa schifo pensa linux fa schifo.Le distribuzioni maggiori hanno impiegato 1 anno per rendersi ufficialmente compatibili(ubuntu 9.04)!!!
    Io sono ubuntiano ma certe cose fanno girare le scatole, mentre loro ci sparano con i cannoni noi non sembriamo nemmeno in guerra.
    Dobbiamo far capire che linux non è xandross(e me no male)!!!

  • picchio

    io dico che dovrebbero essere le scuole a utilizzare linux cosi da sensibilizzare i ragazzi alle alternative

  • NARDO86

    Passi per il lavoro ma quando l’utente medio per casa proverà seriamente linux a casa scoprendo che:
    A) internet funziona e non becchi virus
    B) i giochi si giocano sulle console, sono nate apposta con controller apposta hardware dedicato, si pagano meno e danno meno problemi
    C) messenger funziona!!! con pidgin puoi avere insieme i contatti di skype msn facebook icq gadu-gadu ecc…
    D) i documenti di word, il bilancio familiare e le presentazioni con le barze le vedi anche con OpenOffice
    E) i film e la musica vengono riprodotti
    il tutto senza programmi aggiuntivi e con pochissime configurazioni, anche live senza installare nulla!!!
    A quel punto se la massa inizia ad avere un’alternativa sicuramente i produttori saranno costretti a fare i driver (o tutti come il nostro amico cestineranno le canon per le hp)
    Per il lavoro al momento non vedo speranze però.. Purtroppo il monopolio esiste e alternative a Access per lavorare sui database, Photoshop per i ritocchi professionali e Autocad per la grafica 3D ancora non ce ne sono..

  • Franky

    1) c’è wine

    2) secondo alcuni dati il kernel linux ha più driver di vista

    3) La bash è 100 volte più potente-semplice-flessibile del prompt dei comandi di Windows.. E poi le distro user friendly hanno un sacco di tools grafici

    4)… mmm ha un significato questa frase?

    5) A volte capita di rispondere un po’ disinteressati a persone che non spiegano mai che errori hanno e che rinunciano subito

    6) A meno di avere conoscenze informatiche medio-alte non si può dire non mi piace gnu/linux o non mi piace freebsd… L’aspetto è talmente modificabile sui sistemi open source che non ci sono scuse estetiche.. al livello basso, può non piacere.. ma se si è a quel punto non si rompe le palline sui forum…

    7) è più semplice e veloce scrivere “sudo apt-get install mio_programma” (esempio tipico ovviamente) o andare a cercare il programma su internet, scaricarlo, eseguirlo e seguire un wizard?

  • cYpHeR

    Nulla da dire. È vero. Ce ne sono altri che svolgono quelle funzioni ma se uno vuole gli stessi che ha su windows… che senso ha installare linux?

    Vero, chi ha windows è abituato a infilare il cd della casa produttrice dell’hardware, cliccare su “installa i driver” ed è fatta! Vai a spiegargli perchè nei cd non c’è un programma che gli installa automaticamente i driver per linux…

    Vero in parte. In teoria si potrebbero usare tools grafici per fare tutto (come in windows) però… in tutte le guide che si trovano in rete viene spiegato tutto tramite la linea di comando. Per inciso, se facessi una guida anch’io spiegherei tutto tramite linea di comando, perchè io mi trovo bene così e quando posso evito di usare tools grafici.

    Certo, con windows ottieni direttamente una schermata blu a random… Ma tanto qual’è il problema? basta un ctrl-alt-calc e ritorna tutto a funzionare. E se proprio non funziona si chiama un tecnico che mette tutto a posto.

    È vero che in molti forum o ng di linux anche se seialle prime armi la gente ti sfotte o ti da risposte criptiche (criptiche per te che sei alle prime armi) se non sai… boh… ad esempio a che serve il comando “iwconfig”… questo non succede in tutti i forum, ma in alcuni si.

    De gustibus

    Provate a compilare qualche sorgente di programmi opensource per windows (come firefox)… è molto più difficile farlo su windows che su linux.

  • Anam

    Io penso che se uno prova linux seriamente poi non lo abbandona più! Il problema è di chi si avvicina per la prima volta al mondo del pinguino ma non è abbastanza motivato ad imparare cose nuove! Anch’io ho avuto i miei problemi all’inizio soprattutto con il modem USB e la risoluzione dello schermo quando installavo i driver per l’accellerazione 3D! Il primo l’ho risolto facendomi dare da Telecom un modem Ethernet, il secondo imparando ad usare il terminale! Alla base però c’è sempre stata una grandissima voglia di imparare e scoprire cose nuove! Inoltre sono pienamente d’accordo con Picchio, portare linux nelle scuole significherebbe abbattere la diffidenza (dovuta a scarsa conoscenza) verso questo splendido S.O. Ognuno poi può scegliere quello che preferisce, ma la possibilità di scegliere implica libertà, e non mi sembra cosa da poco!

  • http://mrbyte.blogspot.com mrbyte

    Basta avere le idee chiare su quale scopo dare alla macchina.
    io ho un pc windows, uno linux e un netbook con UNR 9.04 e mi trovo benissimo, macchine diverse per fare cose diverse.
    sul desktop aziendale linux mi rallentava e ho lasciato perdere, ma la maggioranza dei server che amministro sono Linux e vanno una bellezza. Linux ha grossissime possibilità di crescita, l’importante e non fare altri passi falsi, com Xandros sugli eeepc asus, una scelta scellerata.(o forse un piacere a MS).

  • Akall

    Forse molti lo hanno già scritto/detto: come in ogni cosa è una questione di abitudine.
    Mio figlio ha due anni e mezzo e usa Linux senza problemi…per forza: sul laptop c’è installato solo quello…;-)
    Lo stesso vale per mia moglie: si è adattata e ora è d’accordo con me: “LInux…e sono felice!”

    Ciao a tutti!
    Akall

  • alex67

    in effetti ci sono tanti programmi che uso in wine nn ci sono in linux…
    c’è wine ma se è per questo allora c’è anche virtualbox per win…
    ne so poco e nn vorrei dire cose sbagliate, ma nn è la stessa cosa ?
    ma poi se uso molti programmi che stanno su win e non su linux perchè dovrei mettermi su quest’ultimo e usare wine, quando ho win stesso da avviare ?

    io mi sono in passato trovato in difficoltà con l’installazione di programmi che mi interesserebbero, mancano le dipendenze e cose del genere…

    e anche difficoltà per l’audio per esempio…

    magari dopo 11 ore tra l’andare in ufficio, il lavoro vero e proprio e tornare a casa uno non ha troppa voglia di sbattere la testa sul pinguino e ad un certo punto lascia perdere, “mi arrendo” e non “lo provo seriamente” come dice qualcuno…

    così mi sono rivolto ai blog, ma qui ci sono le note dolenti: è ridicolo chi dice che uno si spiega male, chi è agli inizi e di linux nn sa nulla si spiega come può, nei grossi limiti della sua ignoranza sul pinguino, e dovrebbe essere molto semplice x chi è più esperto capire questo…

    LA REALTA’ E’ CHE NEI BLOG E’ PIENO DI GENTE CON LA PUZZA SOTTO IL NASINO, CHE SI CREDE UN GRAN FICO PERCHE’ USA LINUX E NON WIN, E NON PERDE TEMPO CON GLI IGNORANTI COME ME CHE VORREBBERO IMPARARLO!!!!

  • vac

    Ho installato l’ultima versione di Ubuntu e non si sentono + i suoni.
    (con la ver precedente andava)
    Faro una ricerca in internet, passero una notte in bianco o installerò winsoz?

  • Anam

    Caro Alex67, io penso questo: se ti occorrono programmi di cui al momento il pinguino non fornisce valide alternative puoi benissimo usare Windows o Mac o quello a te più congeniale. A molti miei amici che hanno bisogno di lavorare con AutoCAD io stesso consiglio Windows. Quando dico di provare seriamente il pinguino non voglio fare di certo lo snob, ho solamente pensato che se pago windows ed uso il pc solamente per passare una mez’ora la sera su facebook, leggere le e-mail e navigare un po, non mi sbatterei di certo ad installare linux! Se invece ho tempo e voglia di imaparare ad usarlo, non mi fermerei di certo alla prima difficoltà! Tutto qui! Di certo non mi considero figo perchè uso linux, anche perchè ne so veramente poco! Quello che mi piace del pinguino è il fatto che è più veloce, più sicuro e sul mio pc ormai vetusto non si è mai piantato a differenza del caro vecchio XP! Dici di voler imparare ad usarlo e mi fa molto piacere! A questo proposito vorrei darti alcuni suggerimenti: innanzitutto scegliere la distribuzione più adatta alle tue esigenze e conoscenze! Io ho iniziato con ubuntu perchè è al momento la più user friendly e quella con una delle comunità più numerose e attive, ma ce ne sono tantissime altre! Inoltre sul sito è presente una documentazione molto buona! 2) Sicuramente anche nella tua zona sarà presente un LUG (Linux User Group), è un gruppo di persone appassionate del pinguino che una volta l’anno organizzano una giornata aperta al pubblico (Linux Day) per discutere delle tematiche relative all’open source: prova a contattarli, di solito sono persone aperte e disponibili (almeno questa è la mia esperienza)! Per il resto posso dire solo che il sistema operativo migliore è quello che sta bene a te! Ciao a tutti!

  • diddus

    La gente preferisce la pappa pronta….i sacrifici non sono ammessi, tutto deve essere facile e subito….peccato che quasi tutti quelli che lo pensano e lo propagandano non pagano le licenze dei software strabilianti che usano su windows…bella la vita finchè dura!!!!

    • Revenge

      ah ancora una cosa…
      per uso personale uso windows con openoffice, apache, tomcat, gimp, eclipse, visual studio 2008 express, sql server 2005 express, mysql, notepad++, antivir, filezilla (client/server), Nero (Oem con il pc), pdf creator, msn, skype, ecc…

      su questi software l’unica spesa è il sistema operativo a prezzo ridotto con l’acquisto del pc

      poi l’importante è avere la possibilità di scegliere

  • http://www.cyberfox.netsons.org GreyFox

    ciao alex67,
    certamente il sistema operativo che usi o che vuoi usare deve essere adatto ai tuoi scopi. Come gia molte persone ti avranno detto, se uno usa il pc solo per facebook, o per ascoltare la musica o per navigare in internet o per guardarsi i film e non ha interesse ad approfondire l’argomento informatica allora windows è la scelta migliore. Io pure lo uso a volte, non c’è assolutamente niente di male… se invece hai voglia di cercare qualcosa di piu in un computer installa linux. Io ti consiglio di provarlo prima in macchina virtuale fin quando non ci prendi un po di dimestichezza..poi magari fai il grande passo… se vuoi un consiglio sulla distro io punterei o a slackware o ad arch linux…puo sembrare una cagata in quanto sono considerate molto crude come distro, ma se vuoi imparare veramente ad usarlo è meglio farci subito la pelle… in ogni caso di community su linux è pieno e nonostante ci siano molte teste di cazzo montati e frustrati ci trovi anche molte persone in gamba…
    se poi hai bisogno di programmi chw girano solo su win, virtualizzi xp o usi software di emulazione tipo wine…
    se poi invce ti trovi ad usare solo questi programmi vorra dire che è meglio per te ripassare a windows…
    take it easy

  • Revenge

    L’utilizzo di Windows o di Linux su PC dipende fondamentalmente dall’utilizzo che se ne deve fare.
    Consideriamo diversi aspetti:
    1. devo giocare
    perchè devo installare linux e usare l’emulatore windows se posso usare già windows? anche su windows posso far partire linux da vmware, vitual pc, o altro
    2. devo fare grafica…. photoshop, illustrator, ecc.. sono fatti spaventosamente bene… perchè dovrei usare Gimp? (personalmente non regge il confronto con Photoshop…e comunque Gimp funziona anche su Windows per chi lo volesse usare, mentre non funziona il contrario). Ovviamente sta a te scegliere se spendere dei soldi per un programma o non spenderli per l’altro, ma ri rimane comunque una scelta. Sul lavoro un investimento economico iniziale per l’applicazione può significare maggiori guadagni dopo.
    3. office
    su windows puoi scegliere se usare openoffice o ms office
    su linux devi usare per forza openoffice che va sicuramente bene ad eccezione di “access” che ancora in molti usano
    4. devo programmare
    su windows posso usare ogni tipo di linguaggio (Java, .Net, C++, Php, ecc.)
    su linux per usare il .Net devo usare Mono che rimarrà sempre indietro rispetto al framework originale visto che viene sviluppato dopo e comunque non è assolutamente la stessa cosa. E in questo settore bisogna stare al passo coi tempi e non rimanere indietro (e dover dire… ah non posso usare WPF perchè su mono ancora non c’è…o cose del genere)
    5. database
    rimaniamo comunque nell’ambito della programmazione
    i database che si usano su linux si possono usare anche su windows
    ma su linux non si può usare sql server
    6. su windows è pensato per essere tutto user friendly…. perchè per windows i programmi si installano con wizard e su linux spesso bisogna ricompilarseli da se?
    7. non me ne vogliano gli utilizzatori accaniti di shell, ma spesso ci si ritrova ad usare la shell anche se si può fare la stessa cosa in 1/4 del tempo tramite interfaccia grafica. Mi è capitato più volte di trovarmi con qualcuno che mastica la shell di linux in modo impressionante ma che per fare un’operazione per cui io impiego pochi minuti, lui ci impiega più di un’ora anche perchè ogni volta deve capire cosa manca e perchè.

    per quanto riguarda la parte driver non ne so molto in linux quindi non mi sbilancio

    se invece non si devono fare tutte queste cose elencate qui sopra allora si possono valutare gli aspetti positivi di linux

    • leonardo

      L’hai detto…. Non conosci linux e per conoscerlo lo devi usare… io ho sempre usato windows…. poi installo linux( la slackware dura e pura) e da due anni ormai che uso solo linux… pazienza per me va veramente bene! Trovo la shell deliziosa ed alla portata di tutti…. che dire :
      Linux + utenti e – utonti

      • Revenge

        non lo conosco bene, ma cmq mi riferivo in particolare alla parte driver e riconoscimento dell’hardware

        comunque da parte mia ho indicato le motivazioni per cui preferisco Windows a linux e le ho anche elencate…
        e ritengo siano anche valide motivazioni…..

        chiaramente chi usa linux non ha le esigenze che ho descritto io sopra…

        e poi come dice l’articolo
        “GNU/Linux e Windows sono pur sempre due sistemi operativi differenti, è bene ricordarselo.”

        • http://spillo89.blogspot.com spillo

          Io non sono d’accordo con quello che dici, innanzitutto non ti rendo conto di una cosa molto importante: quando dici “tal programma che c’è su linux si può usare anche su windows, mentre quest’altro programma che c’è su windows non si può usare su linux” bè, denoti un’elevata inferiorità di windows, non certo di linux ;)

          Più nello specifoco, Open Office, anche se la più diffusa e forse di maggior qualità, non è l’unica suite d’ufficio per linux, puoi sempre scegliere altre :)

          Se escludi Mono non vedo quali siano i disagi della programmazione in Linux.

          Per i database sempre lo stesso discorso: è MS SQL Server quello inferiore, esistono altri tipi di database molto noti e per alcuni versi migliori…

          I programmi su Linux non mi pare proprio si compilino, a meno di non usare distro particolari o comunque farlo per scelta personale.

          La shell più lunga dell’interfaccia? Non mi pare proprio :P Ti potrei fare decine di esempi che dimostrerebbero il contrario, chiedi e lo faccio davvero ;)

          Probabilmente non hai mai usato linux per un discreto periodo di tempo, per questo motivo parli così. Ti assicuro, io sono sistemista Windows quindi conosco bene quell’OS, ci mancherebbe, ma anche a lavoro, io continuo ad usare Gnu/Linux ;)

          Avrò dei buoni motivi no? :)

          • Revenge

            in questo caso l’inferiorità secondo me non è nè di windows nè di linux. Non do a windows la colpa se photoshop, autocad, o altri programmi girano solo su windows e non su linux.

            Per il .Net così come per SqlServer esistono altre possibilità come ad es. java e mysql ma non per questo se una persona mi commissiona un’applicazione in .Net io devo rispondere “non te la faccio, io uso linux”. Con windows mi tengo aperta la possibilità di sviluppare in java e .net, in mysql, sql server, oracle senza vincoli e a seconda delle esigenze.

            Sicuramente non è un caso che tantissima gente usa linux così me tu hai dei buoni motivi per preferirlo a windows, ma sicuramente:
            – non usi giochi
            – non programmi in .net

            l’importanza per i giochi per me è comunque relativa anche se a volte li uso per svago (però sai quanta gente usa windows perchè vuole anche giocare?)
            ma il .Net per me è di fondamentale importanza

            per il discorso shell… prova ad usare mysql da shell e prova ad usarlo dagli administration tools (è uno dei casi su cui sono rimasto totalmente “sconvolto” dalla mancanza di volontà di usare l’interfaccia grafica). O ancora…ogni volta che vado da un cliente a consegnare un’applicazione java che devono installare su linux, se ne va mezza giornata solo per passare i dati da un pc windows nelle rispettive cartelle su linux e a modificare i file di configurazione da vi. Perchè usare l’ssh/scp/vi da console se si può usare WinSCP che ti velocizza tutte le operazioni? anche qui le possibilità ci sono (come ho detto c’è il WinSCP) ma sembra che quando una persona usa linux debba far vedere che sa usare la shell (oppure si autoconvinca del fatto che è l’unico sistema utilizzabile) e questo credo sia assolutamente sbagliato. E’ necessario saper usare la shell ma non per questo è sempre il sistema migliore e più rapido per svolgere un’operazione.

            A livello di sistema operativo non metto in dubbio che Linux sia migliore per stabilità, velocità, sicurezza, ecc.

            Ma in questo caso non stiamo parlando di qual è il sistema operativo migliore, ma del perchè gli utenti abbandonano linux e la risposta principale secondo me è nell’impossibilità di utilizzare determinate applicazioni.
            Poi è chiaro che chi non ha una certa apertura mentale può avere più difficoltà a cambiare sistema operativo perchè “abituato dalla nascita” e che si usasse da subito linux anzichè windows la cosa sarebbe comunque diversa

            Adesso proprio perchè si è aperta questa discussione ho scaricato la Ubuntu 9.04… magari provo subito la 64bit se non mi da problemi di driver o altro altrimenti provo la x86

            proverò ad usarlo come primo sistema operativo (altrimenti lo userei solo a tempo perso come ho già fatto in passato e non in modo da imparare ad usarlo per bene) non togliendo però windows, da usare su un’altra partizione, che mi serve come ho già detto in altre circostanze.

            un saluto a tutti

          • http://spillo89.blogspot.com spillo

            Ammetto che ho sbagliato ad esprimermi: l’inferiorità non è di Windows, ma di tal programma che gira su Windows. Il fatto è che l’open source permette i porting o le riscritture complete dei programmi ;)

            Lo stesso vale per SQL Server e .Net, ovvio, finchè rimarranno chiusi la situazione rimane quella che giustamente presenti tu :)

            Per la shell, è ovvio che può dipendere dalla situazione: prendo il tuo esempio del trasferimento via ssh. Se devo trasferire un solo file o due od una serie di file all’interno di una directory bè, allora uso scp perchè ritengo sia molto più pratico (ma anche qui la cosa diviene soggettiva), se invece devo fare una serie di operazioni, lavorare sui file etc uso un client grafico ancor più comodo di WinSCP: Nautilus (e penso valga anche per Konqueror)… ;)

            Ciao :)

  • cnj

    Mesi fa ho provato Ubuntu 8 da CD (senza installarlo) su notebook e sono rimasto stupefatto. A quelli che conosco ho detto che fino a che non avessero provato Linux non avrebbero capito di cosa si stesse parlando. Ora su quel notebook ho cancellato WinXP (regolarmente licenziato) ed ho installato Ubuntu 9.
    Funziona tutto egregiamente. E’ molto + veloce. E’ molto + semplice. Ha riconosciuto tutto persino le periferiche di rete come stampanti e scanner, cosa che WinVista non ha fatto.
    Il consiglio che do è di provare una qualsiasi versione di Linux… io ho adottato Ubuntu. Attualmente hanno fatto grossi passi in avanti… e dire che è tutto completamente gratis… c’è da non crederci!

  • Michele

    Quando dall’ Amiga sono passato ai PC c’ era Win 3.1. In quel tempo (!) era massiccio l’ utilizzo del DOS, poi è uscito win 95 e via via fino ad arrivare ai giorni nostri. Una periferica nuova era un problema ai tempi di Win 3.1. Intanto piano piano si parlava sempre più di Linux, la prima live che avevo provato era Lindows, ti faceva in qualche modo sentire a casa. Qualche giorno fa ho tolto Win Seven dal netbook (la mia piccola cavia) per rimetterci XP e c’è bisogno di usare la chiavetta o un lettore esterno. Beh, dopo i soliti errori di Win ho tagliato la testa al toro, sul netbook ora c’è Linux4one, studiata apposta per il netbook Acer. E’ solo da 3 giorni che è su ma non la tolgo come tutte le altre che ho provato, mi fa le stesse cose di Windows. La cosa più “frustrante” di Linux è la dannata linea di comando.Cosa sono e come si imparano tutti quei comandi? (E dire che con il DOS facevo più o meno tutto). Certo, ogni volta che ho problemi mi rivolgo a Google e si trova la soluzione. Copio e incollo tutti quei codici, ma in effetti che cavolo sto dicendo al pc?
    Sostanzialmente, il grosso difetto di Linux, secondo me è che è ancora troppo poco “user and friendly” (anche se Synaptics è una gran bella cosa).
    Soprattutto la linea di comando e le partizioni. Se devo piallare l’ hard disk è tutto ok,fa tutto lui…. ma se voglio mantenere una partizione? Allora biogna fare l’ installazione manuale ed è un casino, almeno per me che arrivo da Windows. Che cos’è la root, e cos’è mount? Dovrebbero farsi capire un po’ di più per quelli che arrivano da Windows.
    I pregi sono molti. E’ stabile, gira su tutti i pc, si naviga sicuri…
    Insomma, sull’ Aspire One, questa Linux4one per me ci calza a pennello e resterà sull’ hard disk. Hai visto mai che imparo il linuxiano?
    Questa è la mia esperienza.