13 motivi per cui Linux dovrebbe essere sul vostro desktop

22 ottobre, 2007 9 Commenti »

Un paio di anni fa Linux poteva essere considerato un adolescente pimpante provvisto di molte buone idee. Oggi vediamo Linux come un sistema operativo cresciuto e con un buon aspetto grafico che riesce a gestire una vasta gamma di compiti. Analizziamo allora una serie di motivi che dovrebbero convincere molti utenti restii al passaggio a GNU/Linux.


Del resto i tempi non potevano essere migliori. Microsoft Windows Vista assomiglia ad un’opera di Wagner, che, solitamente, è lenta a partire e impiega troppo tempo a terminare. Mac OS X Leopard sembra l’ultimo show in un esclusivo nightclub dove i drink sono troppo costosi. Invece il desktop Linux è lo show gratuito in un parco per strada, imponendo quindi alcuni disagi per l’audience, ma realizza un ottimo intrattenimento.La prima sfida da superare è consentire a tutti di ottenere i biglietti, dal momento che non sempre è possibile scegliere il vostro nuovo PC e barrare la casella di Linux nella lista dei sistemi operativi. Le buona notizia è che installare Linux non è più una sfida! Con un bel po’ di distribuzioni progettate per essere semplici anche per gli utenti meno esperti è più facile verificare i benefici offerti da Linux. I benefici sono:

  1. Costo — Linux è gratuito e include molte applicazioni. Invece Microsoft è avida. Tutte le versioni di Windows Vista dalla Home Basic alla Ultimate costano centinaia di euro, anche se aggiornate da Windows XP. Inoltre per poter avere anche Office 2007 è richiesta un’ulteriore somma di denaro.
  2. Risorse hardware — Anche la distribuzione più pesante Linux non richiede le stesse risorse hardware richieste da Windows Xp. Per non parlare di Vista che risulta affamato di risorse hardware: infatti, per avere prestazioni decenti, necessita di un PC con minimo 2 GB di RAM e 15 GB di spazio libero su disco.
  3. Prestazioni — Linux è molto più veloce di XP su un AMD Sempron 2400+, se si considera un’installazione standard di Windows XP. Se invece si disinstallano tutti quei programmi forniti nel CD di installazione, ed in particolare firewall e antivirus molto dispendiosi, XP e Linux (con Guarddog e Clam – AV) hanno più o meno la stessa velocità.
  4. No bloatware– Linux è libero da adware, trialware, shovelware e bloatware. Usare Linux è come guardare una TV senza pubblicità.
  5. Sicurezza — L’ultimo anno, 48.000 nuovi virus sono stati trovati per Windows, solo 40 per Linux. Molte distribuzioni sono equipaggiate con firewall software antivirus. Programmi come Guarddog e Clam – AV sono gratuiti.
  6. Dual boot — Le migliori distribuzioni Linux rendono il Dual boot una operazione molto semplice, includendo nel CD di installazione tutto il software necessario per partizionare il disco rigido. Il nostro PC è ancora intatto dopo aver installato e disinstallato molte distribuzioni Linux.
  7. Installazione — Chiunque lo abbia fatto sa che installare Windows richiede alcune ore per l’installazione completa di tutti i nostri software. Con Linux è sufficiente una mezz’oretta per reinstallare il sistema operativo, le utilità, ed un ricco insieme di applicazioni. Non è richiesta nessuna registrazione o attivazione, nessuna scartoffia e nessuna confezione imballata da scartocciare.
  8. Reinstallazione del sistema operativo — Non è possibile scaricare e aggiornare una versione aggiornata di Windows. E’ necessario usare il CD che è fornito con il PC e scaricare tutte le patch che Microsoft ha rilasciato dopo che il CD è stato comprato. Con Linux si può semplicemente scaricare l’ultima versione della propria distribuzione preferita e, se i file dati sono stati posizionati in una diversa partizione, non è necessario reinstallarli. C’è solo la necessità di reinstallare i programmi extra aggiunti a quelli che sono forniti con la distribuzione.
  9. Tenere traccia del software — Come molti utenti Windows, quando usavo Windows, avevo uno scaffale pieno di CD e i rispettivi manuali con i codici seriali nel caso in cui fosse stato necessario reinstallare tutto. Con Linux non ci sono numeri seriali o password di cui preoccuparsi. Neanche una.
  10. Aggiornamento software — Linux aggiorna tutti i software sul sistema non appena degli aggiornamenti sono disponibili on-line, anche per i programmi aggiuntivi. Microsoft fa lo stesso per il sistema operativo ma i programmi dovranno essere reinstallati uno ad uno con molta pazienza. Un’altro vantaggio di Linux è che non è necessario riavviare il sistema dopo gli aggiornamenti. XP chiede ogni dieci minuti di riavviare la macchina finchè non viene riavviata.
  11. Più sicurezza — Oggigiorno, i sistemi operativi sono poco vulnerabili se paragonati alle applicazioni che girano su di essi. Tuttavia un’aspetto fondamentale della sicurezza del PC è l’aggiornamento delle applicazioni non appena vengono rese disponibili dal produttore nuove patch di sicurezza. Questa operazione è un arduo lavoro con Windows mentre con Linux è automatico.
  12. Non c’è necessità di deframmentare — Linux usa differenti filesystem che non hanno necessità di essere deframmentati. NTFS doveva essere rimpiazzato in Vista, ma il nuovo filesystem Microsoft non è stato incluso al lancio del nuovo sistema operativo Microsoft. Vista fa lo scheduling della frammentazione del disco, ma la deframmentazione del disco non è il massimo.
  13. Molte utility incorporate — Le utility fornite con Windows sono piuttosto ordinarie nel complesso, infatti molte azienda software hanno creato delle utility che fornissero funzioni più avanzate. I programmi Linux sono confrontabili con i migliori freeware Windows, da software per masterizzare CD a gestori di foto, memory monitor e utilità disco. La conversione PDF è incorporata, sia in OpenOffice Writer che nell’applicazione DTP Scribus. Tutto ciò che devi fare è cliccare un pulsante sulla barra delle applicazioni.

In conclusione lanciamo un messaggio a tutti coloro che stanno visualizzando questa pagina usando un sistema operativo Windows: cosa aspettate ad installare Linux?

di Francesco ArgeseTuxJournal.net

Potrebbero interessarti ...

  • http://www.webalice.it/maurizio.farthest/ farthest

    Ciao
    io aggiungo: “Almeno provatelo!?”…  penso a quando uscirà KDE 4…  cosa potranno più obbiettare?? ;-)

  • lightuono

    Putroppo farthest ci sarà sempre qualcuno che obbietterà, perchè questi individui vogliono le cose ancora più semplici del dovuto. Invece di azionare un neurone in più nei loro cervelli rompono le **** perchè al posto di "START" trovano "K" e dicono che è diverso… mah

  • http://www.finex.org FiNeX

    Per i desktop mancano solo una manciata di software adatti al mondo del lavoro, penso ai gestionali, ai software di contabilità, ad AudoCAD, a software tipo Cubase eccetera. Al contrario, per quanto riguarda CMS, CRM, DMS, Groupware le soluzioni web based ormai stanno prendendo piede (penso ad esempio a SugarCRM o eGroupware). Comunque è questione di poco perchè il processo di migrazione diventi massiccio. Sempre più aziende investono nell’Open Source (ed in soluzioni Linux-based).

  • UlisseUbuntu

    **Putroppo farthest ci sarà sempre qualcuno che obbietterà, perchè questi individui vogliono le cose ancora più semplici del dovuto. Invece di azionare un neurone in più nei loro cervelli rompono le **** perchè al posto di "START" trovano "K" e dicono che è diverso… mah**

    Che poi e' molto logico premere Start per Chiudere il computer :P

  • http://Effettivamentecos... Adriano

    Già in un altro post ho notato che la presenza di applicazioni solo Windows è un problema per il 5% degliutenti, il restante 95% ha tutto, ma proprio tutto ciò che gli serve (e molto di più) con Linux

  • Darden

    Io sento forte la mancanza del pacchetto Adobe: Photoshop, Premiere, After Effect…

  • Francesco

    ciao a tutti,
    io sono un newbie.issimo di linux, ho installato ubuntu da pochi giorni e ogni giorno che passa mi rendo conto di quanto sia eccezionale.

    attualmente sto cercando di capire se esiste il pacchetto adobe… essendo un webmaster e lavorando parecchio con grafica e video per me sono indispensabili ed imprescindibili programmi quali flash, dreamweaver, photoshop, illustrator e premiere.

  • argesino

    “attualmente sto cercando di capire se esiste il pacchetto adobe… essendo un webmaster e lavorando parecchio con grafica e video per me sono indispensabili ed imprescindibili programmi quali flash, dreamweaver, photoshop, illustrator e premiere.”

    Puoi provare a vedere sul sito http://www.osalt.com/. Vengono segnalati gli equivalenti open source dei più noti software commerciali.

  • PaceyIV

    ehm…
    windows xp, solo sistema operativo: RAM 200 MB
    Ubuntu Hardy 64 bit, solo sistema operativo: RAM 500-600 MB

    C’è qualcosa che non torna!