TuxPerle: da Dell un piano per arginare la crisi economica

7 novembre, 2008 6 Commenti »

Può sembrare veramente bizzarro che una multinazionale, un vero e proprio colosso dell’informatica, abbia pensato ad un piano così “originale” per porre un freno alla crisi economica che, a quanto pare, sta per colpirla.


In una nota pubblicata sul suo blog personale, Michael Dell, amministratore delegato dell’azienda, ha annunciato innanzitutto che ridurrà drasticamente le assunzioni e in secondo luogo chiederà – o forse li obbligherà? – a tutti i suoi dipendenti di prendere cinque giorni di ferie non pagate entro la fine del prossimo trimestre. In questo modo l’azienda potrà risparmiare ben 3 milioni di dollari all’anno per i prossimi anni. Ma non è finita qui: chi deciderà di licenziarsi avrà una buona uscita di tutto rispetto.

Cosa ne pensate di questo “nuovo modo” di fare business in tempo di crisi?

FONTE: AP

di Vincenzo CiagliaTuxJournal.net

Potrebbero interessarti ...

  • /V

    Obbligare mi pare difficile, per quanto non conosca la legislazione americana in materia.

    Comunque non e’ cosi’ strano eh… Tutte le societa’ di consulenza lo fanno in momenti di crisi. “Chiedi” ai dipendenti di prendere dei giorni di ferie, cosi’ da rientrare nel budget o da recuperare qualche soldo.

    Da noi e’ successo il mese scorso, non per tutti ma molti han preso ferie, niente di cosi’ anomalo.

  • LuSio

    E’ una cosa senza senso.

    Dell fa intendere che:
    * Rinunciare ad un dipendente per 5 giorni senza pagarlo fa risparmiare.

    Questo significa che:
    * Rinunciare ad un dipendente per 30 giorni fa risparmiare ancora di piu.

    Quindi:
    La presenza di dipendenti nell’azienda fa perdere soldi.

    Mi volete dire che Dell è un’azienda a perdere? Ogni giorno che passa perde soldi?

  • /V

    No, pero’ il “contributo” di un dipendente non e’ immediatamente monetizzabile. Il suo stipendio si.

    Per cui se Dell riesce a racimolare giorni di ferie non pagate da un po’ di dipendenti, ha degli introiti immediati datigli dal risparmio.

    Il fatto che la perdita o meno di un dipendente sia un danno diepnde anche dalla mole di lavoro che hanno. Se questo e’ davvero un periodo di magra probabilmente non li intacca cosi’ tanto.

    Da noi per esempio si e’ fatto con tutti i consulenti in intercontratto…

  • poiuyt

    Nel brevissimo periodo puo’ andare, per arginare una emergenza economica, ma nel medio periodo e’ una non soluzione perche’ per le aziende le persone servono, non sono solo un costo.

  • Pierdicarlo

    Be’ almeno non licenzia (per ora)

  • http://simpleubuntu.altervista.org/ DominiK

    Ma è una cosa ke fanno tutte le aziende.. che c’è di strano??
    Mi sembra strana la cosa delle ferie non pagate.. in genere puoi costringere il dipendente a prendersi le ferie pagate in un periodo dell’anno che decidi tu se ci sono problemi di questo tipo.. lo fanno molte aziende magari in periodi o momenti di magra per non andarci sotto, ma ferie non pagate è molto strano!!