Un giorno senza X.Org

23 maggio, 2007 18 Commenti »

Abituati alle tante accortezze grafiche di KDE, Gnome o di un qualsiasi altro ambiente desktop vi siete mai chiesti come è possibile utilizzare il vostro sistema Linux tramite linea di comando e soprattutto con quali strumenti? Ovviamente la cosa è fattibile ed esistono strumenti che possono semplificarci la vita nello svolgimento delle più banali operazioni fatte senza la presenza del fondamentale server grafico X.Org.

logo.jpg

Stando a quanto scritto dall’autore di questo articolo esistono svariati strumenti che possono essere utilizzati per ovviare alla mancanza di un eventuale server X.org. Tutti catalogabili in base alla categoria d’utilizzo.

Uno dei problemi più grandi quando c’è da sopperire alla mancanza del server X è sicuramente quello legato alla navigazione sul web. Esistono strumenti testuali che si limitano al solo testo e generalmente non supportano CSS e nuove tecnologie quali AJAX. Per ovviare al problema il miglior applicativo è sicuramente Elinks. Per le email è stato segnalato il solito Mutt. Per chi usa invece GTalk il programma consigliato è Freetalk mentre Naim è indicato per chi usa AIM. Per IRC il prescelto è il già famosissimo IRSSI. Esiste ora il problema della lettura degli RSS. Il programma che ha più soddisfatto l’autore è Raggle, dotato di una interfaccia intuitiva oltre che ad essere particolarmente indicato per chi vuole limitare i consumi della memoria. In alternativa è possibile utilizzare Newsbeuter. La gestione dei file è poi affidata ad MC (Midnight Commander) e la visualizzazione delle immagini a ZGV. In più chiunque intende guardare video può affidarsi tranquillamente a VLC o Mplayer, per ascoltare musica a Cplay, per scambiare file con BitTorrent a RTorrent e per l’editing di testi all’invincibile VI o in alternativa ad Emacs.

Per concludere, la gestione delle finistre. Si, avete capito bene. Utilizzare un ambiente testuale non significa non avere finistre. Sapete benissimo che esistono i terminali. Per questo motivo è possibile utilizzare Twin in modo da avere una visione insiemistica di tutti i terminali aperti.

Domanda: conoscete altre applicazioni migliori di queste appena elencate ? Siete liberi di dare anche il vostro contributo…

Potrebbero interessarti ...

  • Pingback:   Un indovinux mi disse… by lorenzo lombardi’s blog

  • http://www.lorenzolombardi.it Lorenzo

    Un programma carino è htop che consente di avere una versione di top a colori e sicuramente più chiara…
    Bell’articolo! Nel mio blog ho ripreso un po’ la tua idea proponendo una giornata della shell… :D
    Bye

  • syntaxerrormmm

    Un’applicazione immancabile per gli utilizzatori della linea di comando (e non solo) è GNU screen, che fra le altre cose permette di sospendere la sessione di lavoro e riprenderla da un terminale diverso oppure da un client ssh. La lettura della man page è più che consigliata.

    Per la categoria IM, bitlbee sostituisce in blocco tutti i programmi aggiuntivi per l’IM, lasciandovi installato solo un client IRC (irssi, ad esempio).

    Ciao.

  • http://www.ciaglia.net vciaglia

    A me piace utilizzare l’accoppiata “pine e fetchmail” per le email, “links2″ come browser e poi volendo ci sarebbe anche “bitchX” per IRC, anche se Irssi è sicuramente uno dei miei preferiti. Poi utilizzo “fbi” (http://linux.bytesex.org/fbida/) per vedere le immagini. Ma forse sono rimasto un po’ indietro… vi parlo di 4 o 5 anni, poi è arrivata la desktop-mania :)

  • http://www.neolinus.org neolinux

    La grafica e’ sempre stato un’otional su linux, molte volte ho preferito usare direttamente la bash, senza neanche startare X… usare la grafica, se le stesse cose le puoi fare da bash, che senso ha? Beh certo, e’ sempre un bel vedere.

    Per esempio, mi spiegate a cosa serve compiz e beryl? ci sono molte cose belle ma inutili. IMHO.

  • http://www.ciaglia.net vciaglia

    Sono molto d’accordo. Anche io preferisco il semplicismo. E’ solo in questo modo che si può veramente tenere sotto mano la potenza di Linux, IMHO. Non mi piace avere stravaganze grafiche, infatti uso GNOME senza ne temi ne altre accortezze… ed è già troppo.

  • vabhe

    semplicismo:
    s. m. modo troppo semplice di considerare le cose, senza penetrarne le ragioni profonde, per superficialità, pigrizia o effettiva incapacità: agire così è una prova di semplicismo; risolvere tutto con semplicismo.

  • http://www.ciaglia.net vciaglia

    Addirittura gli esponenti di DeMauro Paravia abbiamo. Che onore. In ogni caso mi riferivo al “semplicismo grafico”.

  • http://xenos.altervista.org/blogs/ furester

    Qualcuno conosce un programma per leggere documenti pdf? Tra l’altro volevo segnalare “pebrot” per le comunicazioni con il protocollo msn ..

  • vabhe

    tra la mancanza di ciappetti nelle gui, semplicità grafica ed uso esclusivo della cli c’è differenza.

    scusami dell’acidità, mi nasce tutte le volte tutte le volte che leggo cose come: “E’ solo in questo modo che si può veramente tenere sotto mano la potenza di Linux” oppure “a cosa serve compiz e beryl?” sento odore di snobismo ed elitismo e divento aggressivo…

    detto questo: non conoscevo raggle, usavo snownews… è bellissimo!

  • http://www.ciaglia.net vciaglia

    Non si tratta di snobismo. Il problema è che IO sono veramente “semplicista”, nel vero senso della parola, nell’ambito grafico. Non mi è mai interessata ne sono un fanatico di GUI, Beryl o altro. Dunque si tratta di gusti e di abitudini, nient’altro. Anzi apprezzo molto il lavoro fatto da progetti tipo Beryl & C.

  • vabhe

    e allora ho male inteso il tuo “sono d’accordo”, pensavo si riferisse al commento di neolinux.
    non perchè io vada pazzo per compiz ecc ma perchè anche interfaccia grafica e compositori vari servono a migliorare la “galassia linux”: a mettere nelle mani di chi sviluppa cose nuove strumenti sempre più potenti e duttili, a fare interessare a linux persone che mai avresti sospettato, a renderlo accessibile a chi non ha voglia di imparare ad usare la linea di comando ecc

    e magari come testa di ponte per poi fargli vedere che se vogliono possono leggere gli rss attraverso una fascinosissima sessione bash… (entusiasmo per raggle)

    scusa ma sono troppi anni che sento cose tipo “se uno non sa usare la cli può anche stare su win”

    NOOOOOO ;-)

  • http://www.ciaglia.net vciaglia

    @vabhe
    Si, diciamo che il tuo è lo stesso discorso che io potrei fare quando qualche anno fa sentivo dire “Cosa usi? Slackware ? Wow…sei in gamba” oppure “Cosa usi? Mandrake ? Sei un newbie…”. Manco se Slackware e Mandrake, ora Mandriva, non avessero allo stesso modo un kernel o una shell.
    Roba da pazzi :)

  • Marco

    invece che “linea di comando” è più corretto dire “riga di comando”.

    http://tp.linux.it/glossario.html

  • sergio

    ciao,
    io son messo così al lavoro….

    4 konsole (3 in ssh sui server, una sul mio pc)

    ogni konsole è impostata allo stesso modo:

    screen:
    – screen (0) = htop (magnifico)
    – screen (1) = mc (non posso farne a meno anche x navigare in ftp / ssh)
    – screen (2) = multitail (su 4 log file)
    – screen (3) = iptraf (pazzesco!!)
    – screen (4) = shell 1 di 2
    – screen (5) = shell 2 di 2

    non so chat…are, uso kde su slack e gnome a casa su ubuntu.

    Concordo che non hanno senso i discorsi tipo “Cosa usi?” e me ne tengo alla larga il più possibile.
    Quello che ho elencato sopra lo posso fare con qualsiasi distribuzione …anzi aggiungo che grazie a l’uso quotidiano della shell di GNU/Linux mi son trovato senza imbarazzo anche su server HP/UX e Sparc Solaris.
    In definitiva ecco cosa amo della shell… che una cosa la pensi la scrivi e vedi se funziona …all’unisono, con X.org almeno una delle tre mi sfugge… anzi “certe notti” tutte e tre vanno per conto loro.

    /OT
    Su win mi piace fare: net use * \\server\share … temo quel giorno che anche win-server (2008?) userà abbondantemente file ascii-log / xml-conf , per molti admin sarà dura non farselo pre-installare.

  • MaChiTeLoFAfa

    Non so… la shell va bene per sistemisti (forse) ma per un
    uso effettivo del computer come strumento quotidiano
    di lavoro o di svago ci vuole la GUI… insomma se esiste
    lo sterzo… perché mettere una ruota?
    Io sono per il non complicarsi la vita! Insomma è vero che alcune interfacce grafiche fanno proprio schifo e rendono il software inusabile… ma secondo me se sono fatte bene non ci sarebbe niente di meglio per gestire un server apache o samba!!! Poi se ci vogliamo fare del male è tutta un’altra storia!!! :-)

  • Quark

    Pare che i news-readers non interessino piu’ nessuno :-)
    Segnalo slrn e tin, entrambi piacevolissimi da usare con riga di comando ma anche, ovviamente, con terminale.
    Ciao!

  • vabhe

    @vciaglia
    succede anche adesso… basta leggere i commenti degli utenti gentoo o slackware quando si riferiscono ad ubuntu (o peggio, mandriva)
    non ce la faccio, mi imbizzarrisco :D

    @MaChiTeLoFAfa
    la metterei più così (metafora a due ruote):
    adesso che ci sono i cambi a variatore perchè continui ad usare un cambio meccanico a 6 marce? che sbattimento tutte quelle cambiate… :D

    il concetto è che se uno è più comodo, l’altro riesce ad essere nella maggior parte dei casi molto più performante.
    ma a volte la comodità e la capacità di non stancare il guidatore fanno la differenza sulle tratte più lunghe… ;)

    in più, le gui vanno coltivate per le casalinghe di voghera, le segretarie e tutti quelli che non sanno cos’è slashdot