Ubuntu 10.10: Btrfs e Chrome al posto di Firefox?

17 maggio, 2010 8 Commenti »

La prossima release avrà il supporto preliminare a Btrfs mentre Ubuntu Netbook Remix potrebbe utilizzare il browser Google al posto di quello Mozilla.


Solo pochi giorni fa abbiamo parlato del possibile utilizzo del file system di nuova generazione Btrfs all’interno di MeeGo, la piattaforma mobile creata da Intel e Nokia attesa per la fine del mese. Dall’Ubuntu Developer Summit anche Canonical ha fatto sapere che nella prossima release Maverick Meerkat 10.10, prevista per ottobre, potrebbe essere integrato un supporto preliminare a Btrfs, tenendo però fuori funzionalità avanzate come la cifratura e i volumi multipli. L’obiettivo prefissato è quello di avere un supporto completo per Ubuntu 12.04 LTS. Tuttavia, questa non è l’unica novità che interesserà il prossimo rilascio della distribuzione di Mark Shuttleworth. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, Ubuntu Netbook Remix 10.10 potrebbe utilizzare Google Chrome (Chromium) al posto di Firefox come browser predefinito. Il motivo? Google avrebbe messo sul piatto soldi in cambio di nuovi utenti. Si partirà dalla versione netbook per poi arrivare, magari, a quella desktop. Si prospettano dunque tempi cupi per Firefox?

ARTICOLI CORRELATI:
Ubuntu Maverick Meerkat avrà un nuovo menu audio
Ubuntu 10.10: installare e provare Unity e Light
Ubuntu Tweak 0.5.4: nuove personalizzazioni per la distro
Lubuntu 10.04: l’alternativa leggera ad Ubuntu
Ubuntu 10.10: cosa ne pensate dei Window Indicators?
Ubuntu 10.04: 13 nuovi temi per cambiare look al sistema
Ubuntu 10.04 vi sorprenderà, parola di Canonical

Potrebbero interessarti ...

  • Aldo

    interessante notare che google, promuove il suo nuovo browser e contemporaneamente finanzia un avversario come firefox,
    poi, presenta il suo nuovo os e contemporanemanete finanzia ubuntu,
    manca solo che si metta a dar soldi a yahoo :)

  • Jacopo

    Non Google Chrome, ma Chromium. ;)

  • bLax

    sul netbook remix avere chrome/ium di default è cosa buona e giusta: è molto leggero e funziona bene…nn credo che bigG abia pagato canonical per introdurlo, semplicemente penso sia una scelta maturata internamente per mantenere contenuti i consumi della distro

    Btrfs sarebbe ora che diventasse supportato un po da tutti, vista la recente scomparsa di zfs…ma rimane solo un sogno: nella realtà server, dove girano soldoni, sono tutti arroccati nelle loro posizioni e di filesistem comuni non se ne parla…. :(

  • http://digilinux.altervista.org matrobriva

    Chromium è un ottimo ( e velocissimo ) browser, ma il migliore rimane decisamente ancora Firefox.

  • Michele

    Finanziare Firefox significa finanziare e coinvolgere la comunità open source, quindi anche Chromium e Chrome che da esso deriva. Stesso discorso vale per un OS come Ubuntu, il cui sviluppo, il cui successo in termini di utenti, può beneficiare tranquillamente Chrome OS. Forse ha già beneficiato, visto che alla Google utilizzavano una versione di Ubuntu modificata. Dare linfa a questi software da parte di Google, significa dare linfa a se stesso. Con una politica mi pare tutt’altro che riprovevole, basata sulla collaborazione. Fin quando Google avrà una tale visione…
    Detto questo vi dico che utilizzo Chromium per le navigazioni veloci, Firefox per i pagamenti, le operazioni bancarie e le operazioni più rischiose.
    Uno è più veloce, l’altro è più sicuro.

    • Ricky

      sei certo che firefox sia più sicuro di chrome?

      • Michele

        Direi proprio di si. Considera che alcune operazioni in Chromium mi sono inibite dagli stessi siti. Operazioni che necessitano criptazione delle pagine. E capita spesso.

        • iOnda

          Non c’entra un tubo quello che dici.
          A dire il vero molti esperti si sono pronunciati dicendo che al momento Chrome è il + sicuro, se non altro per la tecnologia sandbox.
          Attenzione, ho detto il + sicuro ma non “è sicuro”.