Rilasciato GIMP 2.8 con finestra singola: installazione su Ubuntu

4 maggio, 2012 3 Commenti »

Ad “appena” quattro anni dall’ultimo rilascio stabile, gli sviluppatori del più famoso ed utilizzato programmata di foto-ritocco su GNU/Linux hanno finalmente annunciato la tanto attesa release 2.8.


GIMP include al suo interno numerose novità e tra le più importanti vi è sicuramente quella che riguarda la modalità a finestra singola che uniforma di fatto il look del software a quello di Adobe Photoshop.

Ovviamente, la “single-windows-mode” può essere tranquillamente disattivata per passare alla modalità classica. Interessante anche la possibilità di raggruppare i layer allo stesso modo di Photoshop e di editare testi direttamente sull’immagine senza dover passare tramite altri popup come accadeva fino a GIMP 2.6.

Chiunque voglia già mettere le mani su GIMP 2.8, e utilizza Ubuntu, può installarlo lanciando i seguenti comandi da Terminale:

sudo add-apt-repository ppa:otto-kesselgulasch/gimp
sudo apt-get update
sudo apt-get install gimp

Per ritornare a GIMP 2.6, invece, utilizzate le seguenti direttive:

sudo apt-get install ppa-purge
sudo ppa-purge ppa:otto-kesselgulasch/gimp

New features in GIMP 2.8 (stable):

  • Single Window Mode: you can finally use a single main window instead of overlapping floating windows. This is optional and can be turned on from the Windows menu.
  • On-canvas text editing: editing text is not performed in a separate window anymore.
  • Multi-column dock windows which makes the GIMP UI a lot more customizable

  • Improved screen real estate for dockable dialogs
  • Using “Save” now saves the file in the GIMP XCF format and it can’t be used for saving PNG and other files. For non-XCF file types, you now have to use the “Export” menu entry.
  • You can now create layer groups which can be organized in tree-like structures
  • Brush system and tool preset improvements
  • You can now tag brushes and patterns
  • New slider widgets
  • A new set of default brushes and tool presets from Ramon Miranda (from GIMP Paint Studio)
  • Brushes can now be rotated

  • New open window navigation which displays a small preview for each tab
  • Tools rendering on canvas have been ported to Cairo to provide smooth antialiased graphics
  • A new “Lock Pixels” feature
  • Support for JPEG2000 and loading 16bit (RGB565) raw data.
  • Export color values to CSS, PHP, Java, Python or plain text
  • Core integration of the graph-based GEGL library
  • Export to PDF
  • New tool: Cage Transform which makes it possible to easily warp parts of objects using an adjustable user-defined polygonal frame
  • Many others

FONTE: Webupd8

Potrebbero interessarti ...

  • aury88

    nel frattempo è già stata rilasciata la prima versione del ciclo develop della 2.10 che permette già da adesso l’utilizzo di colori a 16 e 32 bit sia interi che floating. contemporaneamente il 90% del core di gimp è stato portato in GEGL. temo che quest’ultimo punto possa comportare pesanti incompatibilità con i plugin, quindi probabilmente il resto delle release della 2.9 si concentreranno sulla retro-compatibilità magari anche in previsione del futuro passaggio alla gtk3 (previsto per la versione 3.0)

  • claudio

    alla riga:
    Per ritornare a GNOME 2.6, invece, utilizzate le seguenti direttive:

    forse intendevi GIMP 2.6 e non gnome, giusto?

    comunque bell’articolo!!

    • http://www.tuxjournal.net Redazione TPN

      Aggiornato, grazie.