OpenVZ disponibile adesso anche per il kernel 2.6.22

21 settembre, 2007 Nessun commento »

Restando nell’ambito dello sviluppo del kernel Linux, il progetto OpenVZ ha annunciato la disponibilità dell’omonima soluzione di virtualizzazione per il kernel 2.6.22, oltre che alcune aggiunte e miglioramenti.

openvzlogo.png

Questa nuova versione infatti, disponibile per il download, presenta alcune innovazioni, fra cui l’introduzione del namespace UID per le macchine virtuali (già presente nel kernel Linux), che risulta utile per ottenere una maggiore separazione dei processi in user-space.

Inoltre il codice per la gestione dei namespace PID, fondamentale per la separazione dei processi in esecuzione nei vari Virtual Environment, è stato completamente rinnovato, e con tutta probabilità verrà incluso nell’albero dei sorgenti ufficiali del kernel Linux se il testing darà buoni risultati. Al momento, esso è già disponibile nell’albero -mm, ma se verrà incluso nei sorgenti ufficiali la popolarità del progetto crescerà di molto. E probabilmente un domani potremmo vedere OpenVZ integrato nel kernel, come è accaduto per KVM.

In conclusione, al di là delle limitazioni rappresentate dalla dipendenza dal sistema operativo Linux sia per quanto riguarda il guest che per l’host, OpenVZ si conferma come una soluzione di virtualizzazione performante e al passo con i tempi. Per effettuare delle prove, potete dare uno sguardo a questa guida on line.

di Francesco di SalvoProgrammazione.it

Potrebbero interessarti ...