Microsoft Azure aggiunge, a sorpresa, il supporto agli OS Linux

11 giugno, 2012 Nessun commento »

Con una mossa al dir poco a sorpresa, Microsoft ha annunciato un importante aggiornamento alla sua piattaforma dedicata al cloud computing: Azure.


Tra le novità più interessanti balza subito agli occhi il supporto a diverse distribuzioni GNU/Linux gettonate in ambito server, e non solo: Suse Linux Enterprise Server 11 SP2 e OpenSuse 12.01, CentOS 6.2 e Ubuntu 12.04. Tutto ciò consentirà agli utenti di scegliere anche un sistema operativo con cuore Linux, oltre a Windows, per mettere in piedi un’infrastruttura cloud, utilizzando l’ormai consolidato modello pay-as-you-go calcolato su base oraria. Oltre a ciò, sarà possibile anche effettuare il deploy di applicazioni sviluppate con Suse Studio IDE direttamente dall’interno di Azure.

Novità minori riguardano l’aggiornamento delle librerie dei linguaggi Java, .NET, PHP e Node.js, oltre all’aggiunta del supporto a Python. Alla base della scelta di Microsoft, secondo gli esperti, non c’è soltanto la volontà dell’azienda di correre ai ripari dinanzi alla continua ascesa di GNU/Linux in ambito server ma anche di rappresentare una valida alternativa ai servizi cloud di Amazon, che da sempre punta su GNU/Linux (KVM) mentre Azure utilizza Hyper-V. Cosa ne pensate di questa mossa di Microsoft?

Potrebbero interessarti ...