Da Check Point un gateway con in mente la sicurezza

24 ottobre, 2008 1 Commento »

Check Point ha annunciato il lancio di ConnectraTM NGX R66, il primo gateway per l’accesso remoto ad integrare in un unico dispositivo con gestione centralizzata le tecnologie SSL VPN, IPSec VPN e un sistema di prevenzione delle intrusioni.


Check Point Connectra NGX R66 rende più sicure e facili le connessioni alla rete aziendale, indipendentemente dal fatto che queste siano stabilite da portatili aziendali o computer pubblici. Connectra NGX R66 sfrutta infatti una VPN aziendale già esistente per permettere al personale di connettersi da portatili gestiti attraverso una connessione IPSec tradizionale. Ma, grazie alla tecnologia SSL, è possibile connettersi anche via browser da computer pubblici o chioschi Internet: le possibili minacce, come virus, malware e altre intrusioni, vengono neutralizzate dal sistema integrato di sicurezza endpoint e prevenzione delle intrusioni.

“I moderni ambienti di lavoro richiedono agli utenti la possibilità di connettersi alle reti aziendali da diversi dispositivi, alcuni gestiti e altri no”, ha dichiarato Dorit Dor, vice presidente products di Check Point. “Le aziende sono sottoposte tutti i giorni alla pressione esercitata da una duplice esigenza: proteggere le informazioni da possibili attacchi da un lato e, dall’altro, garantire l’accesso alle stesse in ogni momento e da qualsiasi parte del mondo. Connectra NGX R66 assicura, sia all’utente finale che al CSO, il livello di sicurezza più adeguato e la facilità di utilizzo e installazione che contraddistinguono le soluzioni di Check Point”.

Per migliorare l’esperienza dell’utente finale, Connectra NGX R66 permette la connettività continua anche in caso di passaggi da un rete wireless ad un’altra. Inoltre,  integrando la tecnologia  DynamicID, Connectra NGX R66 è la prima ed unica soluzione SSL VPN a poter inviare i codici di autenticazione via SMS, senza richiedere  un server di autenticazione dedicato ed eliminando la necessità per i dipendenti di portare con sé smartcard e token facili da perdere.

DI seguito alcune delle principali caratteristiche di Connectra NGX R66:

  • La combinazione integrata di SSL VPN, IPSec VPN e sistema di intrusion prevention assicura una connettività best-of-breed
  • La gestione integrata centralizza definizione delle policy, amministrazione dei client
  • La scansione endpoint automatica precedente all’autenticazione assicura un ulteriore livello di sicurezza
  • La tecnologia DynamicID invia le credenziali di login via SMS senza richiedere server di autenticazione, smartcard e token
  • L’architettura aperta permette l’installazione di Connectra NGX R66 come “appliance software” su un open server o sulla piattaforma VMware
  • La licenza Business Continuity garantisce il supporto alla connessione di numerosi utenti, necessario nel caso in cui un incidente richieda ad un elevato numero di dipendenti di lavorare in remoto.

di Filippo MartenoTuxJournal.net

Potrebbero interessarti ...

  • hal3000

    Notevoli….. peccato che costano un botto.

    Cmq ci sono valide alternative a prezzi molto diversi.’na RollsRoyce insomma

    Holà